Rivolta 2100

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da "Se continua così...")
Rivolta 2100
Titolo originale If this Goes On —
Altro titolo "Se continua così..."
Autore Robert A. Heinlein
1ª ed. originale 1953
1ª ed. italiana 1959
Genere romanzo
Sottogenere fantascienza
Lingua originale inglese
Protagonisti John Lyle
Altri personaggi Zebadiah "Zeb" Jones
Serie Storia futura
Preceduto da Minaccia dalla Terra
Seguito da Coventry

Rivolta 2100 (If this Goes On —) è un romanzo breve di fantascienza dello scrittore statunitense Robert A. Heinlein del 1953, ampliamento del racconto If This Goes on … del 1940. In Italia è stato pubblicato anche con il titolo di Se continua così….

Fa parte del ciclo della Storia futura[1].

Storia editorialemodifica | modifica wikitesto

Il racconto è stato scritto nell'agosto 1939 e dopo alcune modifiche richieste da John W. Campbell, pubblicato per la prima volta in due puntate nei numeri del febbraio e marzo 1940 della rivista Astounding Science Fiction[2].

Una versione riscritta e ampliata in romanzo breve è stata inclusa nell'antologia personale Rivolta 2100 (Revolt in 2100 del 1953)[2][3], pubblicata in italiano nel 1971 nella traduzione di Roberta Rambelli, che ha intitolato il romanzo Rivolta 2100[4].

Frattanto la prima traduzione in italiano del romanzo, pure intitolata Rivolta 2100 era stata pubblicata nel 1959 dalla Ponzoni Editore, in sette puntate in appendice ai numeri dal 36 al 42 della collana I Romanzi del Cosmo, e poi di nuovo nel 1963 in appendice ai numeri dal 17 al 20 della collana Cosmo. I capolavori della fantascienza[4].

In seguito il romanzo breve stato incluso nella raccolta La storia futura (The Past Through Tomorrow del 1967)[3] pubblicata in italiano nel 1988 e nel 1999[4]; per questa edizione Heinlein ha apportato molte lievi modifiche alle opere del ciclo della Storia futura per aggiornarle e migliorarne la coerenza interna; su questa versione dei testi è basata la traduzione in italiano di Giuseppe Lippi[5], che ha intitolato il racconto "Se continua così...".

Tramamodifica | modifica wikitesto

La storia è ambientata in una futura società teocratica americana, governata dall'ultimo di una serie di "Profeti" fondamentalisti cristiani, il primo dei quali fu Neemia Scudder, un predicatore di campagna eletto Presidente nel 2012. Neemia Scudder divenne successivamente dittatore poiché non si tennero più elezioni a partire dal 2016.

Collegamenti con altre opere dell'autoremodifica | modifica wikitesto

Anche se inserito nella Storia futura di Heinlein, questo romanzo è indipendente e ha pochi collegamenti con altre opere della serie. Tuttavia ne I figli di Matusalemme si narra che, all'epoca di questa storia, il segreto delle Famiglie Howard fu tenuto nascosto, fuori dalla portata del Profeta e che la Cabala aiutò gli Howard a mantenere la loro Masquerade, l'occultamento della loro esistenza.

Lazarus Long racconta specificamente che lui ha trascorso su Marte gran parte del periodo di interregno, quando i profeti governavano gli Stati Uniti e i viaggi nello spazio erano vietati.

La storia narra anche l'inizio dei negoziati che porteranno al Patto, che sintetizza i principi fondanti del governo descritto in Coventry, Spostati e I figli di Matusalemme.

La teocrazia il cui rovesciamento è narrato nel romanzo era stata instaurata dal primo profeta, Nehemiah Scudder, un predicatore di campagna eletto Presidente nel 2012 e divenuto poi dittatore, poiché non si tennero elezioni nel 2016 o in seguito. Heinlein aveva intenzione di scrivere una storia incentrata sulla sua ascesa, intitolata The Sound of His Wings, che nella cronologia avrebbe seguito direttamente Logica dell'impero dove Scudder è citato di sfuggita, ma non lo fece mai, lasciando una grande lacuna nella Storia futura, che riprende con Rivolta 2100[1].

Scudder è citato anche nell'ultimo romanzo di Heinlein Oltre il tramonto.

Influenza culturalemodifica | modifica wikitesto

La Cabala utilizza terminologia associata con la massoneria e ci sono indicazioni che i massoni siano uno dei gruppi coinvolti nell'organizzazione della rivolta contro la teocrazia.

Notemodifica | modifica wikitesto

  1. ^ a b Timeline. Vedi collegamenti esterni.
  2. ^ a b Gifford 2000, p. 258
  3. ^ a b Gifford 2004. Vedi collegamenti esterni.
  4. ^ a b c Catalogo Vegetti. Vedi collegamenti esterni.
  5. ^ Lippi

Bibliografiamodifica | modifica wikitesto

Edizionimodifica | modifica wikitesto

Fonti critichemodifica | modifica wikitesto

«Le traduzioni sono state rifatte appositamente, con l'eccezione di L'uomo che vendette la luna e Requiem che erano già apparsi a cura di Lia Volpatti e Paola Francioli.».
  • (EN) Bill Patterson, A Study of ‘If This Goes On—’, in The Heinlein Journal, nº 7, luglio 2000. URL consultato il 12 ottobre 2015.

Altri progettimodifica | modifica wikitesto

Collegamenti esternimodifica | modifica wikitesto