Comando per la formazione, specializzazione e dottrina dell'Esercito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Comando per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell'Esercito, in sigla COMFORDOT, nasce il 1º gennaio 2013 in adempimento alla riforma delle Scuole dell'Esercito.

Missionemodifica | modifica wikitesto

Esso riunisce, in un unico comando, i tre compiti delineati nel nome: formazione (di base ed intermedia), specializzazione per il personale assegnato ad Armi e Corpi, e raccolta della dottrina militare.

Resta invece esclusa la formazione di livello superiore, affidata al Centro Alti Studi della Difesa (CASD), per tramite dell'Istituto Alti Studi della Difesa (IASD, master per ufficiali) ed all'Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze (ISSMI, corsi superiori di stato maggiore)

Strutturamodifica | modifica wikitesto

Il Comando per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell'Esercito, con sede in Roma, presso la cittadella militare della Cecchignola è retto da un Generale di Corpo d'Armata, e dipende direttamente dal Capo di Stato Maggiore dell'Esercito.

Da esso dipendono la Scuola di Applicazione, che assume la qualifica di Comando per la Formazione (COMFOR), il Centro di Simulazione e Validazione dell'Esercito (CeSiVa) ed il Comando per la Specializzazione.

Dal COMFORDOT dipendono la maggior parte degli enti di formazione della Forza Armata, ad eccezione di quelli che, inseriti in brigate monoarma, dipendono dal COMFOTER oppure da alti comandi quali il COMALP, la Brigata Folgore, la Divisione Friuli.

Voci correlatemodifica | modifica wikitesto

Collegamenti esternimodifica | modifica wikitesto