Duilio Susmel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Duilio Susmel (Fiume, 15 ottobre 1919San Godenzo, 19 febbraio 1984) è stato un giornalista e storico italiano.

Biografiamodifica | modifica wikitesto

Figlio dell'insegnante e scrittore Edoardo, si trasferì a Firenze nel 1942, dove conseguì la laurea e iniziò la sua attività di giornalista pubblicista, collaborando ai settimanali Oggi, Domenica del Corriere, Gente, Tempo Illustrato, Il Borghese, ed ai quotidiani Il Tempo e Il Popolo d'Italia; aderì al fascismo e militò nella Repubblica Sociale Italiana come tenente della Guardia Nazionale Repubblicana -Forestale[1].

Nell'immediato dopoguerra cominciò col padre la stesura dell'opera omnia di Benito Mussolini che, a seguito della morte del genitore nel 1948, completò da solo tre anni più tardi. Nel 1952 scrisse con Giorgio Pini Mussolini l'uomo e l'opera, una biografia del Duce in quattro volumi. Negli anni Cinquanta e Sessanta si occupò del delitto Matteotti e dei carteggi che Mussolini ebbe con Winston Churchill, Roberto Farinacci e suo fratello Arnaldo; trascrisse inoltre le conversazioni che il dittatore ebbe col giornalista Carlo Silvestri negli ultimi mesi della seconda guerra mondiale[1].

Fu l'unico giornalista italiano a cui, dopo la caduta del regime, il caudillo Francisco Franco concesse un'intervista e inoltre nel 1962 Susmel pubblicò a puntante sul mensile Successo una biografia del generalissimo spagnolo. Negli anni Settanta pubblicò Vita sbagliata di Galeazzo Ciano, Nenni e Mussolini mezzo secolo di fronte, Un uomo chiamato Mussolini e la raccolta Mussolini corrispondenza inedita. Diede alle stampe inoltre I dieci mesi terribili: da El Alamein al 25 luglio 43 nel 1974 e Mussolini e Pio XI l'anno seguente[1].

Negli ultimi mesi di vita stava lavorando a due progetti commisionategli da Il Secolo d'Italia: La vera storia di Mussolini (completato poi dalla moglie Nedda Dragogna dopo la sua scomparsa) e Controstoria dell'ultimo Mussolini e della Repubblica Sociale Italiana, rimasto inedito[1]. Morì a Castagno d'Andrea, frazione di San Godenzo, in provincia di Firenze. Nel Centro Studi della RSI si trova l'archivio Susmel, nel quale sono contenute tutte le sue fatiche letterarie.

Opere (selezione)modifica | modifica wikitesto

  • Nenni e Mussolini : mezzo secolo di fronte, Milano, Rizzoli, 1969.
  • I dieci mesi terribili : da El Alamein al 25 luglio 1943, Roma, Ciarrapico, 1981.

Notemodifica | modifica wikitesto

Controllo di autorità VIAF: (EN40178130 · GND: (DE118966642 · BNF: (FRcb122273659 (data)