Eleonora Forenza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Per riaprire lo spazio di una sinistra politica occorre riaprire lo spazio del conflitto sociale, se non si riapre tale spazio non può esserci una sinistra degna di questo nome. »
(Eleonora Forenza al IX Congresso del Prc, 8 dicembre 2013[1])
Eleonora Forenza
Eleonora Forenza MEP.jpg

Eurodeputato
Legislature VIII
Gruppo
parlamentare
Sinistra Unitaria Europea - Sinistra Verde Nordica
Coalizione L'Altra Europa con Tsipras
Circoscrizione Italia meridionale
Incarichi parlamentari
VIII Legislatura:
  • Membro della Commissione per il commercio internazionale
  • Membro della Delegazione alla commissione parlamentare mista UE-Cile
  • Membro della Delegazione all'Assemblea parlamentare euro-latinoamericana
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Partito della Rifondazione Comunista
Titolo di studio dottorato di ricerca in italianistica
Professione ricercatrice in storia del pensiero politico

Eleonora Forenza (Bari, 10 novembre 1976) è una politica e attivista italiana, membro della segreteria nazionale del Partito della Rifondazione Comunista e responsabile del dipartimento legato alle attività del parlamento europeo. Fa parte del collettivo Femministe Nove e del direttivo dell'International Gramsci Society Italia.

Biografiamodifica | modifica wikitesto

Nata e cresciuta a Bari, si laurea nel 2002 in lettere con il massimo dei voti presso l'Università degli Studi di Bari[2]. Nello stesso ateneo ha conseguito nel 2006 il dottorato di ricerca in italianistica e dal maggio 2013 è ricercatrice a tempo determinato di storia del pensiero politico presso l'Università degli Studi Roma Tre[2]. Si occupa prevalentemente di studi gramsciani, teorie femministe e storia delle donne[3].

L'impegno politicomodifica | modifica wikitesto

Eleonora Forenza ha fatto parte dei movimenti studenteschi di protesta fin dagli anni novanta, partecipando anche alle mobilitazioni contro i piani di riforma dell'istruzione del governo Berlusconi IV. All'attivismo nei movimenti studenteschi si affianca la lunga militanza nel Partito della Rifondazione Comunista, nel quale è iscritta dal 6 marzo 1996[4]. Conclusa l'esperienza tra i Giovani Comunisti, sezione giovanile del partito, entra a far parte nel 2006 del Comitato politico nazionale e poi della Direzione nazionale, diventando anche una firma del quotidiano di partito, Liberazione. Dopo il IX congresso del Prc, nel dicembre 2013 entra a far parte della segreteria nazionale, occupandosi di comunicazione e cultura. In seguito all'adesione del partito alla lista di sinistra L'Altra Europa con Tsipras, viene candidata nella circoscrizione Italia meridionale per le elezioni europee del 2014. Nella tornata elettorale la lista supera lo sbarramento del 4% e Forenza ottiene quasi 23.000 preferenze, risultando la prima dei non eletti dopo Barbara Spinelli (eletta in due circoscrizioni). In seguito alla scelta dell'Italia centrale come circoscrizione di elezione da parte della Spinelli, ottiene il seggio assegnato alla lista Tsipras nella circoscrizione meridionale e viene eletta al Parlamento europeo.[5]

Attività parlamentaremodifica | modifica wikitesto

Il 27 giugno 2014 viene designata come capo delegazione della lista presso il GUE/NGL.[6]

Il 2 agosto 2014 insieme ad altri parlamentari italiani si è recata sulla Striscia di Gaza in occasione dell'Operazione Margine di protezione messa in atto dall'esercito israeliano. Durante la sua visita affermerà come i palestinesi fossero «rassegnati a morire» , paragonando le politiche israeliane nei territori occupati a quelle dell'apartheid.[7]

Il 7 dicembre 2016 viene ufficialmente candidata dal GUE-NGL alla presidenza del Parlamento Europeo[8].

Riconoscimentimodifica | modifica wikitesto

  • Premio “Valentino Gerratana” (2004) con il saggio Filosofia delle moltitudini e filosofia della praxis: alcune note sul concetto di senso comune nei Quaderni del carcere.
  • Premio “Città di Melfi” (2004) – Sezione Tesi di laurea.

Notemodifica | modifica wikitesto

  1. ^ IX Congresso Nazionale del Partito della Rifondazione Comunista (III giornata), radioradicale.it. URL consultato il 19 agosto 2014.
  2. ^ a b Eleonora Forenza - Curriculum Vitae, eleonoraforenza.it, 2014.
  3. ^ Eleonora Forenza - Biografia, eleonoraforenza.it, 2014.
  4. ^ "Oggi compio esattamente 15 anni di iscrizione a Rifondazione Comunista", facebook.com. URL consultato il 21 agosto 2014.
  5. ^ Salvatore Cannavò, Lista Tsipras, Barbara Spinelli andrà in Ue. Ma la sua scelta spacca attivisti e Sel, ilfattoquotidiano.it, 8 giugno 2014. URL consultato l'8 giugno 2014.
  6. ^ L'Altra Europa con Tsipras, Delegazione "L'Altra Europa con Tsipras" (GUE/NGL) su assegnazione incarichi nelle commissioni parlamentari del PE, listatsipras.eu, 27 giugno 2014. URL consultato il 12 agosto 2014.
  7. ^ Antonio Musella, Forenza (Lista Tsipras):"A Gaza sono rassegnati a morire", youmedia.fanpage.it, 5 agosto 2014. URL consultato l'8 agosto 2014.
  8. ^ Forenza candidata Sinistra Europea a presidenza Eurocamera, ansa.it, 8 dicembre 2016. URL consultato l'8 dicembre 2016.

Voci correlatemodifica | modifica wikitesto

Altri progettimodifica | modifica wikitesto

Collegamenti esternimodifica | modifica wikitesto