Hannah Wilkinson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hannah Wilkinson
Hannah Wilkinson.jpg
Wilkinson nel 2011
Nome Hannah Lillian Wilkinson
Nazionalità Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Altezza 176 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Vittsjö
Carriera
Giovanili
2005-2009 non conosciuta Kamo High School
????-???? non conosciuta North Force
2010-2011 Giallo e Nero (Strisce).png Glenfield Rovers
2012-2016 Tennessee Vols 68 (33)
2017- Vittsjö 0 (0)
Nazionale
2010-2012 Nuova Zelanda Nuova Zelanda U-20 15 (9)
2010- Nuova Zelanda Nuova Zelanda 78 (24)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 novembre 2016 (club)
11 aprile 2017 (Nazionale)

Hannah Lillian Wilkinson (Whangarei, 28 maggio 1992) è una calciatrice neozelandese, attaccante del Vittsjö e della nazionale neozelandese.

Carrieramodifica | modifica wikitesto

Clubmodifica | modifica wikitesto

Hannah Wilkinson si appassiona al calcio fin da giovanissima e dal 2002, mentre frequenta la Kamo High School, inizia a giocare nella formazione di calcio femminile dell'istituto di Kamo. In seguito gioca per il North Force e, dal 2010 al 2011 nel Glenfield Rovers, dove vince due titoli della Northern Region Premier Womens League neozelandese e raggiunge nel 2010 i quarti di finale della Chatham Cup.[1]

Nel 2012 decide di trasferirsi negli Stati Uniti d'America per terminare gli studi all'Università del Tennessee. Da quell'anno è inserita nella squadra di calcio universitario femminile, le Tennessee Volunteers, dove gioca nella Southeastern Conference della NCAA Division I fino al 2016, con un anno di pausa forzata a causa di un grave infortunio che la allontanerà dai campi da gioco per tutta la stagione 2015. Durante quel periodo colleziona alcuni riconoscimenti e premi individuali.[1]

Nel 2017 decide di trasferirsi in Europa, sottoscrivendo un contratto con il Vittsjö per giocare in Damallsvenskan, il massimo livello del campionato svedese di calcio femminile, la stagione entrante.[2]

Nazionalemodifica | modifica wikitesto

Dal gennaio 2010 Wilkinson viene convocata dalla NZF per rappresentare la Nuova Zelanda nella formazione Under-20 che sotto la guida del selezionatore John Herdman partecipa all'edizione 2010 del Campionato oceaniano di calcio femminile Under-20, mettendosi in luce già dalla prima partita del torneo dove segna una tripletta alle avversarie delle Samoa Americane e con le successive due si colloca seconda nella classifica marcatrici dietro a Rosie White. In quell'occasione La Nuova Zelanda vince il torneo garantendosi l'accesso alle fasi finali del Mondiale di categoria 2010.

Nell'estate 2010 viene quindi inserita nella rosa che partecipa al Mondiale U-20 in Germania dove la squadra viene inserita nel Gruppo C, venendo impiegata in tutte e tre le partite giocate dalla Nuova Zelanda e dove segna la prima rete della squadra nella partita del 13 luglio, quella del parziale 1-0 sulle avversarie della Svezia, incontro poi terminato per 2-1 per le svedesi.[3]

Grazie all'età continua a vestire la maglia dell'Under-20 venendo nuovamente convocata per l'edizione 2012 del Campionato oceaniano di categoria, vinto anche in questa occasione, quindi nell'Mondiale del Giappone 2012.[4]

Nel frattempo, grazie alle prestazioni espresse nei tornei giovanili, Wilkinson viene inserita nella rosa per l'amichevole che il 17 febbraio 2010 la Nazionale maggiore gioca con l'Australia,[5] quindi convocata per la Cyprus Cup.[6]

Per la sua prima apparizione in un torneo FIFA deve attendere la convocazione per il Mondiale di Germania 2011 dove la Nuova Zelanda è inserita nel Gruppo B con Giappone, Inghilterra e Messico. Wilkinson scende in campo in tutte e tre le partite disputate dalla squadra, segnando la sua unica rete del torneo nell'ultima partita al 94', decisiva per agguantare il pareggio per 2-2 con le avversarie del Messico ma che è per entrambe ininfluente per il passaggio ai quarti di finale.[4]

Ottenuta la qualificazione per il torneo di calcio femminile ai Giochi della XXX Olimpiade, Wilkinson è inserita nella rosa della squadra che rappresenta la Nuova Zelanda a Londra 2012.[4]

Ottenuta nuovamente la vittoria alla Coppa delle nazioni oceaniane femminile 2014, la Nazionale neozelandese accede nuovamente alla fase finale del Mondiale e Wilkinson è tra le selezionate dal responsabile Tony Readings nella lista emessa dalla federazione neozelandese il 14 maggio per Canada 2015.[7] La Nuova Zelanda, inserita nel Gruppo A con Canada, Cina e Paesi Bassi, non riesce a superare la fase a gironi, pareggiando due incontri e perdendone uno, classificandosi così al quarto posto con due punti. Anche in questo Mondiale Wilkinson scende in campo tutte le volte e riesce nuovamente a siglare una rete nel torneo, quella della partita del 15 giugno 2015 giocata con la Cina e con la quale al 64' fissa sul 2-2 il risultato finale.[8]

Palmarèsmodifica | modifica wikitesto

Nazionalemodifica | modifica wikitesto

2010, 2014
2010, 2012

Notemodifica | modifica wikitesto

  1. ^ a b Tennessee Volunteers, Hannah Wilkinson.
  2. ^ (SV) Hannah Wilkinson förstärker truppen, su Vittsjö GIK, 10 marzo 2017. URL consultato l'11 aprile 2017.
  3. ^ (EN) FIFA Under 20 Women's World Cup, Germany 2010 – Team – New Zealand, su FIFA. URL consultato il 17 ottobre 2010.
  4. ^ a b c (EN) New Zealand Football, su nzfootball.co.nz.
  5. ^ (EN) Line-ups, su The Ultimate New Zealand Soccer Website. URL consultato il 19 novembre 2009.
  6. ^ (EN) Wilkinson in team to play Australia, su The Northern Advocate, 16 febbraio 2010. URL consultato il 28 marzo 2016.
  7. ^ Football Ferns named for World Cup, su nzfootball.co.nz, 14 maggio 2015.
  8. ^ FIFA

Collegamenti esternimodifica | modifica wikitesto