Hanns Sachs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando nome con ortografia differente, vedi Hans Sachs (disambigua).
Hanns Sachs

Hanns Sachs (Vienna, 10 gennaio 1881Boston, 10 gennaio 1947) è stato uno psicoanalista e giurista tedesco. Fu uno dei pionieri della psicoanalisi e amico personale di Sigmund Freud.

Cenni biograficimodifica | modifica wikitesto

Laureato in giurisprudenza nel 1904 all'Università di Vienna e avvocato come suo padre, scoprì le teorie di Sigmund Freud leggendo nel 1900 L'interpretazione dei sogni. Nel 1918 iniziò a fare lo psicoanalista a Vienna, per poi trasferirsi a Zurigo, Berlino e, dal 1932, negli Stati Uniti. Seguì dal 1909 le riunioni freudiane del mercoledì e partecipò alla Società psicoanalitica di Vienna e poi all'International Psychoanalytical Association. Fondò con Otto Rank la rivista "Imago". Nel 1925, con Karl Abraham fu consulente scientifico per il film di Georg Wilhelm Pabst "I misteri di un'anima". Emigrò per sfuggire alle leggi razziali naziste. A Boston fondò la rivista "American Imago" (1939), praticò la psicoanalisi e fu docente alla Harvard Medical School. Contribuì alla formazione di Michael Balint, Rudolph Loewenstein, Iseult Duff, Erich Fromm e Nina Searl. I suoi studi vertono sulla psicoanalisi in rapporto alla mitologia, al sogni, alla religione e all'arte. Nel 1944 scrisse anche una biografia su Freud.

Operemodifica | modifica wikitesto

  • Die Bedeutung der Psychoanalyse für die Geisteswissenschaften (con Otto Rank), 1913; trad. a cura di Francesco Marchioro, Psicanalisi e sue applicazioni, Milano: SugarCo, 1988.
  • Ars amandi psychoanalytica, oder, Psychoanalytische Liebesregeln, 1920; trad. di Lorenza Cancian, Ars amandi psychoanalytica, Milano: ES, 1994. ISBN 88-85357-81-4; ivi: SE, 1998 ISBN 88-7710-391-4
  • Gemeinsame Tagträume, 1924.
  • Bubi Caligula: Lebensgeschichte des Caligula, 1930.
  • Zur Menschenkenntnis: Ein psychoanalytischer Wegweiser für den Umgang mit sich selbst und anderen, 1936.
  • The Creative Unconscious: Studies in the Psychoanalysis of Art, 1942.
  • Freud: Master and Friend, 1945; trad. Freud. Maestro e amico, Roma: Astrolabio, 1973
  • Übersetzung: Freud: Meister und Freund, 1950.
  • Masks of Love and Life: The Philosophical Basis of Psychoanalysis, 1948.
  • Psychoanalyse und Dichtung, in Bernd Urban (a cura di), Psychoanalyse und Literaturwissenschaft, 1973.
  • Übersetzung: Wie Wesen von einem fremden Stern: Der philosophische Hintergrund der Psychoanalyse, 2005.

Voci correlatemodifica | modifica wikitesto

Collegamenti esternimodifica | modifica wikitesto

  • Hanns Sachs, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.
Protagonisti del pensiero psicologico (ordine alfabetico)
float Alfred Adler · Mary Ainsworth · Gordon Allport · Albert Bandura · Gregory Bateson · Eric Berne · Wilfred Bion · John Bowlby · Raymond Cattell · Milton Erickson · Erik Erikson · Silvio Fanti · Anna Freud · Sigmund Freud · Howard Gardner · Daniel Goleman · Clark Hull · William James · Pierre Janet · Carl Gustav Jung · Melanie Klein · Jacques Lacan · Kurt Lewin · Mary Main · Abraham Maslow · George Miller · Ulric Neisser · Ivan Pavlov · Jean Piaget · Carl Rogers · Francine Shapiro · Burrhus Skinner · Wilhelm Stekel · John Watson · Paul Watzlawick · Donald Winnicott
Controllo di autorità VIAF: (EN9853198 · LCCN: (ENn90602926 · ISNI: (EN0000 0001 2120 1248 · GND: (DE100259723 · BNF: (FRcb119232267 (data)
Psicologia Portale Psicologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di psicologia