Innatismo formale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'innatismo formale è una teoria filosofica condivisa da John Locke e Kant, anche se anticipata da Aristotele. È un metodo applicato in ambito conoscitivo, per classificare la realtà in ogni sua forma.

Mentre l'innatismo sostiene che ognuno di noi, sin dalla propria nascita, ha in sé tutte le conoscenze e che poi, grazie agli stimoli del mondo sensibile, esse tornano alla nostra mente (reminiscenza platonica), l'innatismo formale crede che ci siano in noi delle regole, degli schemi prefissati che ci permettono di conoscere la realtà. Per rendere l'idea, basti pensare a delle tabelle che noi, man mano che ricaviamo informazioni dalle nostre esperienze, possiamo compilare.

Questo concetto, come già detto, fu anticipato da Aristotele, il quale rinnegò l'innatismo; bensì egli credeva che, per mezzo delle categorie, si potesse riuscire a catalogare tutta la realtà.

Voci correlatemodifica | modifica wikitesto

Filosofia Portale Filosofia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di filosofia