Jugendstil

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Manifesto di Franz von Stuck per l'ottava sécession di Monaco (1897).
Copertina della rivista settimanale Jugend (n. 14, 1896)
Casa Behrens a Darmstadt.
la Mathildenhöhe con la sua torre.

Jugendstil è il nome che presero in Germania e Svizzera le espressioni artistiche dell'Art Nouveau, dal nome di una rivista di Monaco (Jugend, "Giovinezza", fondata nel 1886) che contribuì a diffondere il nuovo linguaggio artistico, soprattutto nel campo della grafica e delle arti applicate. Il termine venne usato per la prima volta nel 1899 sulla rivista "Insel".

Descrizionemodifica | modifica wikitesto

Spesso con il nome Jugendstil si ricomprendono anche le espressioni artistiche nate nello stesso periodo in altri paesi del Nord Europa ed in Austria; questo dimostra l'intenso contatto culturale tra Vienna e Monaco.

Il modernismo in Germania fu influenzato dall'Art Nouveau franco-belga (Henry van de Velde fu attivo in Germania dal 1893), ma anche dal movimento inglese Arts and Crafts. Una stretta relazione vi fu con la Secessione Viennese, che a sua volta prese il nome Secession dal movimento sorto a Monaco nel (1892) (Secessione di Monaco) e successivamente nel (1893) a Berlino (Secessione di Berlino) che possono considerarsi parte integrante dello Jugendstil. Artisti e architetti austriaci furono attivi in Germania.

I centri di diffusione dello Jugendstil furono molti, oltre a Monaco, dove furono attivi Hermann Obrist, Richard Riemerschmid, Ferdinand Hodler e altri artisti che portarono al massimo sviluppo le tendenze floreali e fitomorfe, soprattutto nella grafica e le arti applicate. A Berlino operò prevalentemente l'architetto August Endell. A Weimar fu attivo il belga Henry van de Velde. A Karlsruhe Hermann Billing e lo svizzero Karl Moser.

A Darmstadt vennero realizzate le opere architettoniche di maggior rilievo; infatti nel 1899 il granduca Ernesto Luigi d'Assia fondò una famosa colonia di artisti, sulla Mathildenhöhe, con l'intento di farne un centro di diffusione di produzione artigianale e artistica d'avanguardia, chiamandovi a lavorare tra gli altri Bernhard Hoetger, Patriz Huber, Hans Christiansen, Peter Behrens e Joseph Maria Olbrich che realizzò l'edificio che accoglieva le attività artistiche e le esposizioni e la famosa torre "delle nozze".

Erede dello Jugenstil nel campo delle arti applicate fu il Deutscher Werkbund, fondato a Monaco nel 1907 e animato da Peter Behrens, anche se nello Jugendstil ha le sue radici anche l'Espressionismo[1].

Rivistemodifica | modifica wikitesto

Notemodifica | modifica wikitesto

  1. ^ Renato De Fusco, p. 100.

Bibliografiamodifica | modifica wikitesto