La Rivendicazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La Rivendicazione
Stato Italia Italia
Lingua italiano
Genere politico
Fondatore Germanico Piselli
Fondazione 1886
 

La Rivendicazione è una storica rivista anarchica italiana, pubblicata a Forlì, capoluogo di quella Romagna dove le dottrine anarchiche si erano molto diffuse, alla fine del secolo XIX, col sottotitolo Giornale settimanale economico-politico-sociale.[1].

Storiamodifica | modifica wikitesto

La Rivendicazione fu fondata nel 1886 dall'anarchico Germanico Piselli, che ne fu anche direttore[2].

La rivista partecipò alla campagna per la celebrazione della Festa del lavoro il Primo maggio. Si veda, ad esempio, l'articolo Pel primo Maggio, uscito il 26 aprile 1890[3].

Fra i collaboratori, si ricordano: Adamo Mancini, Errico Malatesta.

Negli anni Venti del XX secolo, a ripresa di questa prima esperienza editoriale, venne fondata a Parigi una rivista, in lingua italiana, con l'identico titolo "La Rivendicazione".

Notemodifica | modifica wikitesto

  1. ^ Fondo Fedeli. Periodici anarchici
  2. ^ B. Garavini, L'associazione anonima cooperativa...
  3. ^ L'articolo, pubblicato originariamente su La Rivendicazione, di Forlì, del 26 aprile 1890, è stato ripubblicato a cura di Romano Zucca sul Giornalino informativo del Club Ausonia, di Sesto Fiorentino, del Maggio 2008. Si trova anche qui: Ritorno al passato… il lavoro da oggi al… 1890..