Laura d'Este

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Laura d'Este
Laura D'Este.jpg
Ritratto di Laura d'Este, di Sante Peranda, (1611), Palazzo Ducale, Mantova.
Principessa consorte della Mirandola
In carica 16041619
Predecessore Ippolita d’Este
Duchessa consorte della Mirandola
In carica 16191630
Successore Anna Beatrice d'Este
Nome completo Maria Laura d'Este
Altri titoli Principessa di Modena e Reggio
Principessa del Sacro Romano Impero
Marchesa consorte di Concordia
Signora consorte di San Martino in Spino e Cividale
Nascita Ferrara, 25 settembre 1594
Morte Mirandola, 1630
Dinastia Este
Padre Cesare d'Este
Madre Virginia de' Medici
Consorte Alessandro I Pico della Mirandola
Figli Fulvia
Giulia
Maria
Caterina
Religione Cattolica
Ducato di Modena e Reggio
Este
Armoiries Este 1727.svg

Cesare
Figli e nipoti
Alfonso III
Figli
Francesco I
Alfonso IV
Francesco II
Rinaldo
Francesco III
Figli
Ercole III
Figli
Modifica

Maria Laura d'Este (Ferrara, 24 marzo 1590 o 1594 – Mirandola, 14 novembre 1630) fu duchessa consorte di Mirandola e marchesa di Concordia.

Biografiamodifica | modifica wikitesto

Figlia di Cesare d'Este, Duca di Modena dal 1597 al 1628, e di Virginia de' Medici.


Giovanissima venne data in moglie ad Alessandro I Pico della Mirandola, che sposò a Modena il 25 febbraio 1604[1], durante il carnevale[2]. (Secondo altre fonti il matrimonio sarebbe avvenuto nel 1607[3]). Con il matrimonio divenne marchesa di Concordia e principessa della Mirandola, poi duchessa della Mirandola nel 1619.

Come la madre Virginia de' Medici[4], anche Laura d'Este soffrì di epilessia e per questo venne curata dai medici di corte (con bagni gelati, purghe e salassi con sanguisughe)[5]. Dopo la nascita della prima figlia Fulvia (15 settembre 1607), la salute mentale di Laura peggiora notevolmente, tanto che viene isolata nelle ville di campagna della famiglia Pico. Dopo la nascita della seconda figlia Giulia nel 1611, le crisi epilettiche continuano finché ai medici non rimane altro che diagnosticare che la malattia era causa del demonio[5]; per tale motivo vengono convocati numerosi esorcisti e prelati[6].

Nel frattempo Alessandro I riuscì a legittimare, adottandolo, il figlio naturale Galeotto, nato nel 1603 dall'amante ferrarese Eleonora Signi. Inoltre, pagando una somma di 100.000 fiorini, nel 1619 ottenne anche un decreto imperiale che ne autorizzava la successione e conferiva il titolo di Duca della Mirandola.

Dopo tre anni di cure del carmelitano scalzo spagnolo Domenico Gesù Maria, vi fu un lieve miglioramento, tanto che Laura accompagnò una sua nipote diretta in Spagna, ma poi ebbe una ricaduta. In seguito all'arrivo nel 1624 di un altro esorcista, l'eremitano camaldolese don Paolo, la salute di Laura migliora notevolmente e dopo un anno può finalmente avere una vita pubblica accanto al proprio consorte Alessandro I[5].

Laura morì a soli 40 anni vittima della peste, senza riuscire a dare al ducato della Mirandola alcun erede maschio, ma ben sette[7] oppure otto[8] figlie femmine. Il 14 novembre 1630 venne seppellita nella chiesa di San Francesco a Mirandola con una solenne cerimonia[9]. Accanto a Laura, venne sepolto anche il consorte Alessandro I (morto il 2 dicembre 1637), in attesa del completamento della chiesa del Gesù. Tuttavia, le salme dei primi duchi della Mirandola non furono mai traslate.

Discendenzamodifica | modifica wikitesto

Laura ed Alessandro I ebbero sette oppure otto figlie, tutte femmine:


Ascendenzamodifica | modifica wikitesto

Laura d'Este Padre:
Cesare d'Este
Nonno paterno:
Alfonso d'Este
Bisnonno paterno:
Alfonso I d'Este
Trisnonno paterno:
Ercole I d'Este
Trisnonna paterna:
Eleonora d'Aragona
Bisnonna paterna:
Laura Dianti
Trisnonno paterno:
Francesco Boccacci Dianti
Trisnonna paterna:
?
Nonna paterna:
Giulia Della Rovere
Bisnonno paterno:
Francesco Maria I Della Rovere
Trisnonno paterno:
Giovanni Della Rovere
Trisnonna paterna:
Giovanna da Montefeltro
Bisnonna paterna:
Eleonora Gonzaga Della Rovere
Trisnonno paterno:
Francesco II Gonzaga
Trisnonna paterna:
Isabella d'Este
Madre:
Virginia de' Medici
Nonno materno:
Cosimo I de' Medici
Bisnonno materno:
Giovanni dalle Bande Nere
Trisnonno materno:
Giovanni il Popolano
Trisnonna materna:
Caterina Sforza
Bisnonna materna:
Maria Salviati
Trisnonno materno:
Jacopo Salviati
Trisnonna materna:
Lucrezia de' Medici
Nonna materna:
Camilla Martelli
Bisnonno materno:
Antonio Martelli
Trisnonno materno:
Domenico Martelli
Trisnonna materna:
Fioretta Pitti
Bisnonna materna:
Fiammetta Soderini
Trisnonno materno:
Niccolò Soderini
Trisnonna materna:
Maddalena Ricasoli

Notemodifica | modifica wikitesto

  1. ^ Gismondo Florio, Tomba d’Atlante avventurosa. Feste, giostre e tornei bellissimi. Nell’accoglienze fatte in Modona, l’anno 1604 dal Serenissimo Signor Duca Cesare d’Este all’Illustrissimo ed Eccellentissimo Signor Don Alessandro Pico Prencipe della Mirandola, Modena, Gadaldini, 1604.
  2. ^ Anno 1604, in Memorie storiche della città e dell'antico ducato della Mirandola, vol. 3, Mirandola, Tipografia di Gaetano Cagarelli, 1876, p. 87.
  3. ^ Miroslav Marek, Pico 2, su geanology.eu, 2013. URL consultato il 14 aprile 2017.
  4. ^ Grazia Biondi, “Madama mi dispiace a dirvelo, vostra altezza è inspiritata”. Demoni ed esorcisti alla corte di Cesare d'Este (PDF), in Quaderni Estensi, VI, 2014, p. 129-160.
  5. ^ a b c Vanni Chierici, Una sposa bambina, su Al Barnardon, 14 aprile 2016.
  6. ^ Luca Al Sabbagh, Laura d'Este, su Ereticopedia.org. URL consultato il 14 aprile 2017.
  7. ^ a b Vilmo Cappi, Iconografia dei principi Pico, Modena, Editrice Cooperativa Tipografici, 1963, p. 19.
  8. ^ a b Bruno Andreolli, Alessandro I Pico, in Dizionario biografico degli italiani, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 3 marzo 2017.
  9. ^ Memorie storiche della città e dell'antico ducato della Mirandola, vol. 3, p. 123.
  10. ^ In una lettera del 12 aprile 1620 indirizzata al cardinale Alessandro d'Este da Mirandola, il duca Alessandro I riferisce che si tratta della sesta figlia femmina

Bibliografiamodifica | modifica wikitesto

Voci correlatemodifica | modifica wikitesto

Altri progettimodifica | modifica wikitesto

Predecessore Principessa consorte della Mirandola Successore Stemma.Pico. della.Mirandola.jpg
Ippolita d’Este 16071619 Titolo elevato a Ducato
Predecessore Duchessa consorte della Mirandola Successore Stemma.Pico. della.Mirandola.jpg
Titolo inesistente 16191630 Anna Beatrice d'Este