Maxima (software)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maxima
Logo
schermata di wxMaxima
schermata di wxMaxima
Sviluppatore William Frederick Schelter
Data prima versione 1982
Ultima versione 5.37.1 (1º settembre 2015)
Sistema operativo Multipiattaforma
Linguaggio Lisp
C++
C
Toolkit GTK+ e WxWidgets
Genere Sistema di algebra computazionale
Licenza GPL
(licenza libera)
Sito web

Maxima è un Computer Algebra System (CAS) in grado di eseguire calcoli numerici, simbolici, grafici e altre operazioni correlate.

Maxima nasce dal progetto Macsyma (contrazione di MAC symbolic manipulation), nato negli anni sessanta presso il MIT con fondi del Department of Energy. Il programma è sviluppato in Lisp. Il programma è stato mantenuto dal Prof. William Schelter presso l'Università del Texas ad Austin, dal 1982 sino al 30 settembre 2001, data della sua morte, a 54 anni.

Nel 1998, grazie al rilascio del codice sorgente, è nato il progetto Maxima per il proseguimento dello sviluppo del sistema nello spirito del movimento del software libero. Maxima può essere eseguito su molti sistemi operativi tra i quali GNU/Linux, macOS, e Microsoft Windows.

Maxima realizza i grafici con Gnuplot

Esempi di codice Maximamodifica | modifica wikitesto

Operazioni con monomi e polinomimodifica | modifica wikitesto

(a^2+b)-(a+b);
               2
              a - a

expand((a+b)*(a-b));
               2    2
              a  - b

Risoluzione di equazioni e sistemi di equazionimodifica | modifica wikitesto

2x³−(3x³):(-2x)²

Tracciamento di un graficomodifica | modifica wikitesto

plot2d([x^2+3],[x,-5,5]);

plot3d([x^2+y^2,[x,-5,5], y,-5,5);

Calcolo di integrali, limiti e derivatemodifica | modifica wikitesto

integrate(x^2,x);
                 3
                x
                -
                3

diff(sin(x),x,1);
               cos(x)

diff(sin(x),x,2);
               -sin(X)

limit(x^2,x,inf);
                inf

Rappresentazione interna delle espressionimodifica | modifica wikitesto

In Maxima tutto è rappresentato tramite delle liste LISP. Ad esempio l'espressione

x^2+y^2

è rappresentata internamente come

((MPLUS SIMP) ((MEXPT SIMP) $X 2) ((MEXPT SIMP) $Y 2))

. Le stesse liste come definite dal linguaggio Maxima sono rappresentante come particolari liste LISP:

[1,2,3,4,5]

sarà rappresentata come

((MLIST SIMP) 1 2 3 4 5)

Altri progettimodifica | modifica wikitesto

Collegamenti esternimodifica | modifica wikitesto