Petronia (moglie di Vitellio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Petronia (I secoloI secolo) è stata una nobildonna romana.

Vitamodifica | modifica wikitesto

Raffigurazione di Petronia

Petronia fu un membro del senato romano del I secolo e la prima moglie dell'imperatore Vitellio.

Molto probabilmente era una figlia di Publio Petronio, consul suffectus nel 19, che era succeduto a Lucio Vitellio il Vecchio (padre del suo primo marito) nell'anno 39 come governatore della Siria.

Fu probabilmente la sorella di Tito Petronio, chiamato "arbitro" confidente di Nerone e autore del Satyricon.

Primo marito di Petronia fu Aulo Vitellio, che divenne imperatore nel 69. Da questo matrimonio nacque Vitellio Petroniano. Svetonio[1] racconta che il ragazzo era cieco di un occhio e che fu fatto uccidere dal suo stesso padre.

Alla fine del mese di aprile del 69 Petronia sposò Gneo Cornelio Dolabella, un parente del defunto imperatore Galba, che fu fatto segretamente uccidere a Terni dal suo primo marito[2] Da questo secondo matrimonio nacque Servio Cornelio Dolabella Petroniano, console nell'anno 86.

Notemodifica | modifica wikitesto

  1. ^ Svetonio, De vita Caesarum "Vitellius", 6.
  2. ^ Tacito, Historiae 2, 64.