Piscina a sfioro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La piscina a sfioro infinito sul tetto del casinò Marina Bay Sands a Singapore, vista di lato

La piscina a sfioro, chiamata anche piscina infinita o piscina a sfioro infinito, è una piscina in cui l'acqua scorre verso uno o più bordi ribassati, producendo l'effetto ottico di nuotare in una vasca senza confini, poiché l'acqua sembra fondersi con il cielo oppure con il mare o l'oceano. Tali impianti sono realizzati spesso in località esotiche o proprietà esclusive e di lusso, e sono utilizzate anche in campo pubblicitario.[1][2][3]

Storiamodifica | modifica wikitesto

Le prime vasche a sfioro sarebbero state concepite già nel XV secolo e furono realizzate nella reggia di Versailles in Francia, come ad esempio la fontana del cervosenza fonte.

Designmodifica | modifica wikitesto

La stessa piscina a sfioro, vista dal bordo vasca

Le piscine infinite sono molto costose e necessitano di notevoli accorgimenti strutturali, meccanici e architettonici; inoltre, dal momento che tali impianti si trovano in luoghi particolari (come, ad esempio, i tetti dei grattacieli), è di fondamentale importanza l'ingegneria strutturale.[4]

Il bordo della piscina infinita termina in una briglia che si trova ad un livello inferiore al pelo dell'acqua (da 1,5 a 6,5 mm). In tal modo l'acqua finisce in una caditoia dove si raccoglie per essere pompata di nuovo nell'invaso.

Il ricircolo continuo induce una leggera corrente di superficie dell'acqua.

La pulizia da impurità superficiali (come foglie, insetti, residui grassi di creme solari) è molto veloce perché la corrente interna spinge le impurità verso la caditoia esterna del lato a sfioro; inoltre, tale lato è privo della valvola di non ritorno in quanto l'acqua fluisce per gravità in una cassa di espansione sottostante. Tra gli aspetti negativi di questo tipo di piscina, oltre al costo di realizzazione (in media, superiore di un terzo rispetto ad una piscina tradizionale), vi è che la sua costruzione è più difficoltosa (e riservata a un terreno stabile). Inoltre, i costi di esercizio sono più alti, perché il debordare dell'acqua comporta una sua maggiore evaporazione, il che comporta, a sua volta, un maggior impegno per mantenere l'acidità necessaria alla balneazione e per compensare la maggiore dispersione di calore.

Notemodifica | modifica wikitesto

  1. ^ Jennifer Hiller, Ready to take the pool plunge?, in San Antonio Express-News, 27 marzo 2015. URL consultato il 25 maggio 2015.
  2. ^ Neal J. Leitereg, Chris Bosh drops price on hilltop estate in Pacific Palisades, in Los Angeles Times, 7 marzo 1965. URL consultato il 25 maggio 2015.
  3. ^ Claudia Osborne, 14 Enchanting Infinity Pools That Are Built to Take Your Breath Away, Traveling Sage, 4 marzo 2015. URL consultato il 25 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 18 maggio 2015).
  4. ^ Lauren Beale, Winklevoss twins list place in Hollywood Hills for lease, in Los Angeles Times, 23 marzo 2015. URL consultato il 27 marzo 2015.

Bibliografiamodifica | modifica wikitesto

  • Cañizares, Ana G. (2006). Infinity Pools. New York: Collins Design. ISBN 0-06-089340-0. OCLC 63171179.
  • Infinity Pools: A Special Collection of Dramatic Pools—Built to Inspire. Warminster, Pa.: Manor House Publishing Company. 2011. ISBN 9780983663409. OCLC 746598298.

Altri progettimodifica | modifica wikitesto

Architettura Portale Architettura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Architettura