Protocollo facoltativo alla Convenzione sull'eliminazione di ogni forma di discriminazione della donna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Protocollo facoltativo alla Convenzione sull'eliminazione di tutte le forme di discriminazione della donna
OP-CEDAW-members.svg
Contesto Convenzione sull'eliminazione di ogni forma di discriminazione della donna
Firma 6 ottobre 1999
Luogo New York
Parti

     Stati che riconoscono la competenza per gli articoli 8 e 9

     Stati che non riconoscono la competenza per gli articoli 8 e 9

     Stati che hanno firmato il Protocollo, ma non lo hanno ratificato

     Stati non firmatari

]]
voci di trattati presenti su Wikipedia

Il Protocollo facoltativo alla Convenzione sull'eliminazione di ogni forma di discriminazione della donna (CEDAW-OP) è un trattato internazionale che stabilisce meccanismi di denuncia ed indagine per la Convenzione sull'eliminazione di ogni forma di discriminazione della donna (CEDAW).

Caratteristichemodifica | modifica wikitesto

Le parti del protocollo consentono al Comitato per l'eliminazione della discriminazione e violenza contro le donne di ricevere denunce da singoli individui o di informarsi su "violazioni gravi o sistematiche" della Convenzione. Il protocollo ha portato ad una serie di decisioni contro gli Stati membri su questioni quali la violenza domestica, il congedo parentale e la sterilizzazione obbligatoria, così pure un'indagine sull'uccisione sistematica delle donne nella città messicana di Ciudad Juárez, nello stato federato di Chihuahua[1].

Il protocollo è stato adottato dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 6 ottobre 1999 ed è in vigore dal 22 dicembre 2000. Nell'anno 2014 il protocollo ha 80 firmatari e 105 parti[2].

Notemodifica | modifica wikitesto

Voci correlatemodifica | modifica wikitesto