Teoria dei circuiti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nell'ambito dell'elettrica, ingegneria elettrica, ingegneria meccanica e ingegneria termotecnica, la teoria dei circuiti (o teoria delle reti) è la disciplina che si occupa della caratterizzazione sistematica dei circuiti (categoria che comprende anche i circuiti genericamente definiti come elettronici, vedi elettronica) tramite la creazione di modelli matematici. Dal punto di vista della matematica invece è lo studio assiomatico dei circuiti a parametri concentrati.

Descrizionemodifica | modifica wikitesto

Le principali applicazioni della teoria dei circuiti comprendono lo studio delle proprietà generali dei circuiti e l'analisi dei circuiti, cioè lo studio e la realizzazione di metodi ed algoritmi per la simulazione degli stessi (v. Simulazione circuitale) e la sintesi circuitale che consiste nello studio di metodi rigorosi per la progettazione di circuiti che realizzino funzioni richieste.

Essa si differenzia dai metodi tradizionali dell'elettrotecnica, dell'elettronica, dell'idraulica, della termotecnica per l'approccio rigorosamente matematico (similmente a come la meccanica razionale si occupa di meccanica).

Voci correlatemodifica | modifica wikitesto